A Te Che Leggi

001

Siamo Monache contemplative appartenenti alla Famiglia di San Domenico. Portiamo in noi l’urgenza dell’evangelizzazione. Anche noi monache siamo in missione verso il mondo che sta fuori della porta del Monastero per raggiungere quelli che ci interpellano da vicino e lontano, per essere “presenti” ai grandi eventi che oggi scuotono l’umanità: dalle guerre che la sconvolgono alle sfide che la impegnano. Abbiamo per questo una via, “diretta” a portata di cuore, quella della preghiera, che è comunicazione e comunione con Dio, del suo progetto d’amore che inonda il mondo. Non è una preghiera per noi, ma per gli altri, fatta nel nome di Gesù, che risorto, è sempre vivo per intercedere a favore di tutti. È esperienza personale di ciascuna. “Ci sono”, solidale con chi soffre, con chi sbaglia, con tutta l’umanità in cammino verso l’Eternità. “Ci sono”, con la mia preghiera, accanto ai poveri, agli ammalati, anziani, bambini abbandonati, perché tutti siamo figli di Dio e formiamo un’unica famiglia. Se vuoi, mio caro fratello o sorella, ci puoi raggiungere attraverso il telefono, la posta normale, oppure via E-mail; così uniti possiamo camminare verso l’abbraccio del Padre celeste. Illuminare le menti alla Verità è la più grande carità. È questa la missione dell’anima contemplativa domenicana.

Testimonianza su Suor Petra Giordano O.P.

A distanza di due anni dalla morte di suor Petra Giordano, la comunità di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena(Arezzo) desidera offrire alcuni pensieri scritti da lei in 5 quaderni tramite il Sito del Monastero stesso, dove lei è vissuta per ben settantadue anni. Questo quaderno intitolato “Attratta dalla divina bellezza” riguarda la sua lunga vita di clausura e racchiude i propositi eroici che, nonostante infinite difficoltà, sono stati portati avanti in un crescendo meraviglioso. In queste pagine c’è un autentico spaccato di vita consacrata claustrale a livello di sperimentazione compiuta. Di importanza capitale per la comprensione del carisma personale di suor Petra, che evidenzia luminosamente quello domenicano di cui era illuminata, è il riferimento alla “Bellezza divina” che ha costituito, per una grazia di cui parla, il leitmotiv della sua “offerta” a favore delle anime. Suor Petra scrive la rivelazione della “piena” della sua anima incantata, per non dire sopraffatta, dalla luce di Dio. Il tutto suggellato nel nascondimento, nell’umiltà, nella sofferenza. Come comunità vogliamo dare testimonianza di una consorella vissuta nel nostro tempo, in mezzo alle nostre difficoltà, che ha saputo offrire la sua vita a Dio per la salvezza delle anime.

Suor Petra, un’anima innamorata del Rosario.